February 2012

L'amministrazione accoglie la nostra idea e convoca un tavolo-ambiente per elaborare e realizzare proposte per combattere l'inquinamento atmosferico

Abbiamo apprezzato lo spirito complessivo della prima riunione del tavolo sull'ambiente, cui partecipano una rappresentanza dei consiglieri comunali, delle associazioni presenti sul territorio che si occupano di ambiente e alcuni cittadini con competenze tecniche specifiche.
Certamente è stato solo un inizio. Le cose da fare sono tante e nessuna da sola potrà risolvere il problema dell'inquinamento; siamo però convinti che cominciare ad invertire una tendenza sia un importante segnale di cambiamento che può portarci lontano. La direzione? Un mondo meno inquinato, più pulito, più sano, più bello, più umano.

leggi il verbale
le nostre proposte

Comments

Bruciatore a biomassa di Paradello: gli argomenti contro del prof. Marino Ruzzenenti

  • la Lombardia e l’Italia non hanno bisogno di altra energia elettrica

  • la condizione dell’aria in pianura Padana è incompatibile con impianti di combustione aggiuntivi

  • Brescia è la terza città più inquinata d’Europa e Rodengo Saiano ha lo stesso inquinamento di Bresci

  • la centrale a biomassa emetterà 90 t/a di Nox, precursori di PM10 e ozono

  • si riduce ulteriormente la superficie agricola: mangeremo energia e cemento?


leggi il documento completo

Comments

Il confronto con i tecnici di Paradello-Cogeme organizzato dal Comune su nostra richiesta

lettera aperta al consiglio comunale
lettera aperta a Cogeme-Paradello
la risposta di Cogeme
Cogeme risponde in maniera cortese, ma i suoi argomenti non ci convincono.
la risposta del sindaco
Il sindaco, con parole aggressive e sprezzanti, attacca Tiziana Porteri e i cittadini che dissentono.
Tiziana Porteri sulle parole del sindaco
rinuncia a rispondere nel merito, visti i toni inaccettabili.
il sindaco insiste
senza commento

Comments

Bruciatore a biomassa di Paradello - perché siamo contrari

  • non è chiaro da dove verrà la materia da bruciare
  • non è chiaro che cosa si brucerà (la caldaia prevista è adatta anche a bruciare rifiuti solidi urbani)
  • non verrà usata tutta l'energia prodotta: il calore verrà disperso e si produrrà solo energia elettrica
  • non verranno effettuati controlli seri (cioè da parte di enti esterni) sull'emissione dei fumi e sul materiale bruciato
  • il Comune ha dato parere favorevole senza informare adeguatamente la cittadinanza
  • è chiaro ed evidente che la qualità dell'aria di Rodengo Saiano peggiorerà ulteriormente (polveri sottili e nanoparticelle molto dannose per la salute): il vantaggio sarà solo economico per gli investitori

leggi il documento completo

Comments